Blog, Dalla Galassia

Il grande dio Pan

© Aventi diritto. All rights reserved.

CAPOLAVORO DELLA LETTERATURA DECADENTE BRITANNICA DI ARTHUR MACHEN, GRANDE MAESTRO DEL TERRORE E DEL FANTASTICO, AUTORE DI UN’ALLUCINANTE OPERA IMPREGNATA DI MITOLOGIA CELTICA, DI PAGANESIMO E DI MORBOSO OCCULTISMO.

“Il grande dio Pan”, un prodromo del genere horror poco conosciuto in Italia, esce in una edizione d’impatto per L’ippocampo edizioni.

Un essere demoniaco sembra infestare le vie di Londra: è una donna che cela un velo di mistero e di stranezza. Chi l’ha incontrata ha terminato i propri giorni in oscure circostanze, il volto deformato da un rictus d’orrore. Per quale fatalità questa superba creatura semina morte? Ha forse stretto un patto con una potenza malefica? Oppure è stata sua madre, vittima dell’esperimento di uno scienziato folle, a farle intravedere ciò che l’occhio umano non può contemplare? «Forse troverete tutto ciò strano, o addirittura insensato: strano sì, ma reale. Gli Antichi sapevano che cosa significasse “togliere il velo”: lo chiamavano “vedere il dio Pan”».

Arthur Machen è un autore che in Italia non ha avuto moltissima fortuna, possiamo quasi considerarlo di nicchia (conta poco più di 50 edizioni in lingua italiana, quasi tutte dagli anni Settanta del 20° secolo in poi), ma per chi ama il genere horror e fantastico, merita sicuramente di essere recuperato.

Il volume raccoglie, insieme al romanzo eponimo, i racconti “La luce interiore”, “La storia del sigillo nero”, “Storia della polvere bianca” [a voi decidere se sia la stessa di “Pollon”, quella che serve a darti l’allegria! N.d.V.] e “La piramide di fuoco”.

Potete facilmente rintracciare queste storie in altri formati, anche ebook o gratuiti, ma se siete appassionati di bei libri, specialmente illustrati, noi vi suggeriamo l’edizione L’ippocampo con le inquietanti illustrazioni di Samuel Araya e accompagnata da una prefazione di Jorge Luis Borges ed una di Guillermo del Toro, nonché dalla postfazione di S.T. Joshi, specialista di H.P. Lovecraft, che considerava Machen, insieme ad Algernon Blackwood, Lord Dunsany, and M.R. James uno dei quattro maestri moderni dell’orrore supernaturale.

Volete saperne di più? Abbiamo parlato qui della nuova collana de L’ippocampo editore dedicata ai classici dell’horror e del weird.